Sagre e Feste

Primavera

In primo piano ci sono i riti per la Settimana Santa. Di particolare suggestione il “Desclavament” di Alghero e la Via Crucis di Iglesias. I riti Pasquali sardi derivano dalla tradizione spagnola/aragonese che ha molto influenzato gli isolani durante i secoli di lunga dominazione.

Il 28 Aprile è la giornata del popolo sardo “SA DIE DE SA SARDIGNA”. In ricordo dell'insurrezione avvenuta nel 1794 che portò all'espulsione dei Piemontesi da Cagliari e da tutta l'Isola. A Cagliari nelle vie del quartiere storico “Castello” le compagnie teatrali coinvolte rievocano la rappresentazione della storica giornata facendo della città un teatro a cielo aperto!

Il Primo Maggio si festeggia a Cagliari La Sagra di Sant'Efisio. La ricca e suggestiva processione si compie dal 1657 in ricordo della liberazione dalla peste ottenuta grazie all'intercessione del Santo. Alla Sagra partecipano i gruppi folkloristici da tutti i paesi dell'isola sfilano a piedi, a cavallo o sui tipici carri trainati dai buoi riccamente adornati per la festa.

Fine Maggio primi di Giugno da non perdere il GIROTONNO nell'Isola di San Pietro a Carloforte. L'antico rito dei popoli del Mediterraneo la “mattanza” , viene accompagnato da una rassegna di 4 giorni ricca di appuntamenti eno-gastronomici, happening musicali e degustazioni.

 

Estate

Giugno: Rievocazione in costume medievale della “BATTAGLIA DI SANLURI” a Sanluri.

In ricordo della tragica e sanguinosa battaglia del 30 Giugno del 1409 tra l'esercito Aragonese l'esercito sardo Giudicale. Vengono rappresentate sia le azioni a cavallo che delle fanterie.

Luglio: durante la prima decade del mese a Villasimius si svolge la Festa della Madonna del Naufrago. La particolarità di questa processione religiosa è che si svolge in mare con barche riccamente addobbate

Sempre durante la prima decade di Luglio si svolge a SEDILO “L'ARDIA” in onore di San Costantino. Numerosi i cavalieri che intervengono all'avvenimento reso famoso dalla sfrenata corsa a cavallo in un percorso difficile e accidentato che ha il suo apice nell'attraversamento di uno strettissimo arco.

Agosto: Le festa religiosa del 15 agosto dedicata all'assunzione della Vergine:
"I CANDELIERI" di Sassari. Bellissima parata in costume di grande importanza religiosa e culturale. Importantissima anche la Festa del Redentore di Nuoro (ultima domenica). La processione richiama numerosissimi fedeli da tutta l'isola vestiti con i tradizionali costumi sardi a piedi e a cavallo.

Settembre: La prima Domenica di Settembre a Cabras in provincia di Oristano si svolge

la "Corsa degli Scalzi". I devoti percorrono ben 12 km correndo scalzi con indosso un saio bianco trasportando la statua di S. Salvatore

 

Autunno

Ottobre: la quarta Domenica del mese si svolge ad Aritzo la famosissima sagra delle castagne e in tutta la Barbagia durante tutto Ottobre, si svolgono iniziative locali atte a pubblicizzare i prodotti di eno-gastronomia e di artigianato della barbagia. Una di queste iniziativa viene definita "cortes abertas" perchè vengono aperte le case padronali ai turisti. Alcuni fra i numerosissimi comuni coinvolti:

Meana Sardo, Atzara, Osidda, Ollollai, Sarule, Orani, Orotelli, Oliena

Tra Ottobre e Novembre la rassegna “La montagna produce” a Desulo, esposizione di prodotti dell' artigianato locale e degustazioni di prodotti tipici fra le vie del paese.

 

Inverno

Il Capodanno Algherese ricco di avvenimenti musicali e culturali per le vie della bellissima cittadina catalana

tra il 16/e il 17 Gennaio si svolgono i festeggiamenti di Sant'Antonio Abate in tutto l'entroterra. Famosi i “roghi” o “falò” allestiti per i festeggiamenti a cui si uniscono degustazioni di vini e dolci.

Alucni fra i numerosi comuni coinvolti: Mamoiada, Florinas, Lodè, Abbasanta.

Tra Febbraio /Marzo SU CARRASECAREil carnevale tradizionale Sardo con le sue molteplici manifestazioni dalla SARTIGLIA DI ORISTANO , una delle ultime giostre equestri medioevali che ancora si disputano in tutta Europa, alle rappresentazioni delle antichissime maschere di Mamoiada sos Mamuthones , sos Merdules e i Boes di Ottana, i Thurpos di Orotelli.

Ricordiamo inoltre il seguitissimo carnevale Tempiese e il rogo del re del Carnevale “Cancioffali” a Cagliari.